Traduzione personale della Canzone di Lorien scritta da Tolkien con il titolo di Galadriel’s Song of Eldamar. Una prima versione di questa poesiavenne pubblicata da Tolkien in “The Treason of Isengard” e successivamente in versione definitiva nel Signore Degli Anelli.

Questa canzone viene cantata da Galadriel sulla barca-cigno prima di dare i suoi doni alla Compagnia dell’Anello nel capitolo:  “Addio a Lórien” (Farewell to Lórien).

Qui Galadriel canta dell’elfico reame di Eldamar nelle lontane terre al di là dell’Oceano e dell’arrivo dell’Autunno perenne in Lorien. Al centro della poesia è in particolare l’albero dalle foglie d’oro che compone la magica foresta di Lorien e i fiori di Elanor anch’essi d’orati.

Cantavo di foglie, foglie d’orate, e foglie che d’oro li crescevano:

Cantavo del vento, del vento che giungeva, e che tra i rami rimbalzava.

Oltre il Sole, oltre la Luna, la spuma svettava sul Mare.

E sulle spiaggie di Ilmarin, là, cresceva un albero dorato.

Sotto le stelle dell’Eterno -Crepuscolo a Eldamar s’innalzava,

In Eldamar sotto le mura dell’elfica città di Tirion.

Là a lungo le dorate foglie sono cresciute sui rami per anni ed anni ,

Mentre qua, ora, al di là dell’Oceano che separa  le terre, cadono le lacrime perenni.

Oh Lorien!

L’inverno giunge, il giorno spoglio e senza foglie;

Le foglie cadono nel torrente, il fiume scorre lontano.

Oh Lorien!

Troppo a lungo ho abitato su questa sponda

e in una corona oramai sbiadita ho intrecciato i dorati fiori di elanor

Ma se ora di navi devo cantare, quale nave dovrà con me sopra salpare,

Quale nave potrà portare me oltre il grande mare una volta per tutte?

Categorie: Creative Writing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Creative Writing

Giuda

Bacio afrodisiaco, Bacio traditore, uragano di passione violenti lo spirito come un pugnale nel cuore, sconvolgi la vita di ogni povero peccatore. Bacio afrodisiaco, Bacio traditore, uragano di passione divori la mente come un ciclope Leggi tutto…

Creative Writing

Immagina un’Utopia

[…] Imagine there’s no countries It isn’t hard to do Nothing to kill or die for And no religion too Imagine all the people living life in peace, you […] Imagine no possessions I wonder Leggi tutto…

Creative Writing

La Spiaggia

Veronica rientrò in casa, erano le due di notte. L’euforia della festa e dell’alcol, le fecero venire in mente la chiave della soffitta e quel suo luccichio che aveva scorto tra le mani di sua Leggi tutto…

PageLines